giovedì 15 ottobre 2015

Wedding Interview, il Castello dei Solaro raccontato da chi l’ha scelto per il suo ‘Si’ Vuoi partecipare anche tu? Manda la tua adesione...

Wedding Interview - Aurelio e Daniela Sposi

 

Wedding Interview, il Castello dei Solaro raccontato da chi l’ha scelto per il suo ‘Si’

Vuoi partecipare anche tu? Manda la tua adesione a info@castellodeisolaro.it

Lieti che la nostra prima Wedding Interview sia piaciuta, siamo qui a proporne un’altra… Questa volta è il turno di Aurelio e Daniela.

Aurelio e Daniela, un amore di lunga data…

Presi e Mai più lasciati, dice Daniela: 
“A gennaio 2016 faremo 13 anni insieme. Come passa il tempo…” sospira Daniela. E continua:”Ci siamo conosciuti nel 2002 quando io, ventenne universitaria da un anno a Torino, e lui ventitreenne, siamo stati presentati da un’ amica conosciuta sui banchi della Facoltà di Scienze Politiche. E da quel momento non ci siamo più lasciati! Siamo andati a convivere nel 2008 quando abbiamo comprato casa a Collegno, e sposati il 7 luglio 2012. A settembre 2014 è nato il nostro cuccioletto, Mattia, che ci ha dato una gioia immensa nonché…movimentato la vita!”


Doveva essere una serata come tante, dice sorridendo Aurelio:
“Ho conosciuto Daniela tramite un mio amico di infanzia, la ragazza andava all'Università con lei e hanno organizzato un incontro. Doveva essere una serata come tante, invece io e Daniela non ci siamo più lasciati.”

Perché avete scelto proprio il Castello dei Solaro?

 

Volevo un castello tutto per me, dice Daniela:
“Ne avevamo già sentito parlare da amici che erano stati al castello per un matrimonio. Io sono stata sempre attratta dall'idea di sposarmi in un luogo storico che presentasse le caratteristiche tipiche di un castello o di una villa e, visto che  stavo appunto andando alla ricerca di quella tipologia di sala, ho colto l’occasione e ho curiosato sul sito internet (n.d.a. http://www.castellodeisolaro.it/ ).L’ho trovato subito convincente ed esauriente, per quanto può esserlo un sito senza aver visto il posto di persona, e così ci siamo decisi e siamo andati a visitarlo. Era la terza o quarta location che andavamo a vedere, ma già in macchina al ritorno verso casa sapevamo che la decisione era già stata presa! Il posto era quello che cercavo e Danilo, il titolare, spiegandoci in maniera diretta e semplice come funzionava un ricevimento da loro con tempistiche e costi annessi, ci ha dato subito una sensazione di competenza e onestà che non abbiamo trovato facilmente in altri posti.”

Era Daniela che era fissata con le dimore storiche, ma devo dire che il Castello dei Solaro ha convinto subito anche me, ci racconta Aurelio: 
“Daniela stava cercando un posto di quel tipo, castello o villa storica, lei del resto è sempre stata fissata con quell'idea ed io da parte mia non avevo un’idea particolare quindi mi sono fatto trasportare. Quando siamo andati a vederlo mi è piaciuto per gli spazi delle sale, ma soprattutto per il parco che poteva permettere uno svago dalla chiusura della sala quindi abbiamo deciso subito di fermarlo. D'altronde io ho sempre odiato stare fermo ai matrimoni per ore interminabili senza poter uscire a farmi un giro, quindi per me era l’ideale.”

Come ti immaginavi sarebbe stato il Tuo matrimonio?


Desideravo tanto una festa con gli amici più cari, dice Daniela:
“Onestamente volevo divertirmi. Il mio matrimonio aveva una forte componente di amici e sapevo che tanto tranquillo non poteva essere! Non avevo un’idea precisa di come sarebbe potuto essere, sapevo solo che volevo ricordarmelo come un giorno di festa.”

Festa in famiglia, ma in primis gli amici dice Aurelio:
“Siamo sempre stati in accordo con Daniela nel non voler trasformare il nostro matrimonio in una giornata dove i parenti costituissero la parte più importante, mi ha fatto piacere che siano venuti i miei parenti da Salerno certo, ma gli amici erano sicuramente l’asso nella manica a cui ci siamo rivolti per fare una grande festa e divertirci.”

Daniela, abbiamo capito che il marito è un po’ restio, scioglici tu con un ricordo…

Avete colto nel segno, ma io vi regalo il nostro ballo più bello dice Daniela:
“Eravamo al centro della zona ballo nella sala azzurra (n.d.a. Sala Filippo D’Acaja) e i nostri amici erano tutti intorno a noi intonando la canzone di Jovanotti “Come musica”, che avevamo scelto come nostra canzone. In quel momento attorniata dall'atmosfera della sala, elegante e spaziosa, abbracciata al mio nuovissimo marito e circondata dalle persone care, mi sono sentita commossa e grata…era stata proprio una splendida giornata che ricordo sempre con un misto di divertimento e emozione.”

E gli invitati, cosa hanno detto?


Tutto bene si spera, dice Daniela:
“Di commenti negativi non ce ne sono mai arrivati, ma non si sa mai…ovviamente in un ricevimento di matrimonio illudersi di aver accontentato tutti è da pazzi!! Gli amici sono stati quelli più entusiasti, è piaciuto l’ampio parco che ha permesso addirittura un’improvvisata partita di calcetto, è piaciuto il cibo, giusto di quantità e buono, ed è piaciuta l’animazione, nella persona di Giulio, consigliatoci dalla Wedding Planner! A me personalmente non è mai piaciuto un intrattenimento troppo ostentato e pesante ai matrimoni, Giulio invece è stato discreto ma coinvolgente e ha fatto ballare un po’ tutti regalandoci anche momenti romantici.”

  


Per noi è stata una bella giornata, questo basta dice Aurelio:
Non abbiamo né chiesto tantissimo, né indagato più di tanto, a noi la giornata era piaciuta quindi andava bene così. Certo è che sono arrivati complimenti per tutto,  ma in particolar modo per l’aperitivo che è piaciuto veramente un sacco.

Daniela, abbiamo capito che è di nuovo il tuo turno! Vai di giudizi…


Totalmente positivo, anche a costo di risultare troppo smielata dice Daniela:
Per quanto riguarda il cibo ha colpito, sia noi che i nostri ospiti,  l’aperitivo Gran Royal che suscita ancora commenti positivi anche a distanza di 3 anni! Anche il pranzo è stato un successo, sotto la guida di Fabio (n.d.a. il Direttore di Sala ) tutto è stato equilibrato e proporzionato. Avevamo anche 2 invitate intolleranti al glutine che, da quanto hanno raccontato successivamente, hanno mangiato molto bene e sono state pienamente soddisfatte. Siamo stati consultati dal personale di sala per ogni richiesta extra dei nostri invitati, in modo tale da evitare sorprese al momento del pagamento, cosa ovviamente molto apprezzata. Quello che non manchiamo mai di sottolineare, a chi ci chiede come sia andato il ricevimento, è che eravamo totalmente tranquilli perché sapevamo che, anche se fosse emersa qualche emergenza, il personale sarebbe stato del tutto in grado di arginarla. E’ stato tutto sotto controllo e sotto la piena supervisione di Fabio.


La location era per noi una certezza, avendola poi frequentata ovviamente nei mesi successivi alla conferma. Il parco, unitamente alla fortuna di aver avuto una bella giornata di sole, si è rivelato un ottimo svago per tutti, dai bambini per poter correre e giocare all’aria aperta, agli adulti come valvola di sfogo dalla sala. La sala azzurra (n.d.a. Sala Filippo D’Acaja) con i nostri 100 invitati è risultata ampia, ma nello stesso tempo non dispersiva e cosa importantissima, per le nostre esigenze, con una bella zona lasciata libera per scherzi e balli.

Daniela, detto fra noi, ma il sogno di ogni sposa? La Wedding Planner…



La wedding Planner, che grande invenzione ci dice Daniela:
“E’ stata preziosissima nel dispensare consigli e per orientarmi verso scelte adatte alle nostre esigenze (e tasche!). A lei ho affidato le partecipazioni, che ha seguito in maniera molto attenta e precisa, rimandandole prontamente indietro quando c’era stato un errore di stampa da parte della società che aveva provveduto ad inviarle; opera sua anche i fiori messi come centro tavola, che sono risultati eleganti anche se non avevamo voluto spendere grandi cifre e si sposavano benissimo con le bustine di zucchero personalizzate che abbiamo fatto trovare sui tavoli. A parte questo siamo state sempre in contatto via mail man mano che le esigenze di informazioni e consigli aumentavano in vista del grande giorno e si è sempre dimostrata disponibile e solerte nel rispondere alle mie richieste.”

Aurelio, ora però è proprio il tuo turno! Ma il matrimonio è proprio solo il giorno della sposa?


Sono stato coinvolto al punto giusto, dice Aurelio:
“Sicuramente Daniela è stata più dietro all’organizzazione del matrimonio, pur condividendo con me tutte le scelte. Abbiamo organizzato tutto noi senza l’aiuto dei genitori, quindi come in una squadra ci doveva essere per forza un accordo tra noi due! Però che il matrimonio sia solo della sposa non direi anzi, mi sono espresso su ogni cosa e l’ho vissuta in maniera tranquilla… certo che i dettagli erano tutti per lei, ma ne ero ben felice ;-) ”

Daniela hai qualcosa da aggiungere? Ci salutiamo così? Dai, dai di qualcosa in più…



Il mio ricordo felice di allora, e quello da Mamma di oggi… Cosa volete di più? Dice Daniela:

“Da come si evince dalle mie risposte è stata un’esperienza totalmente positiva con una qualità prezzo ottima nel complesso. Suggerimenti? Non saprei onestamente cosa possa mancare ancora ad una macchina così ben avviata. Posso solo dire che ci torniamo tutti gli anni per il nostro anniversario e che quest’anno abbiamo portato anche il nostro piccolo Mattia che ha fatto una conoscenza approfondita del pavimento della Sala Rosa! (n.d.a. Sala Rosa)

Un caloroso saluto a Danilo, Fabio e tutto lo Staff del Castello dei Solaro
Aurelio e Daniela
07 07 2012

 
Copyright ©
CASTELLO DEI SOLARO SNC - Via Vitale, 4 - 12030 Villanova Solaro (CN)
P.IVA/CF 02490740046