giovedì 12 novembre 2015

Open Bar, After Dinner e Boul Party … Scegli tu come festeggiare! Al Castello dei Solaro , il matrimonio è FESTA dall’entrata degli sp...

L'apice della festa

 

Open Bar, After Dinner e Boul Party … Scegli tu come festeggiare!



Al Castello dei Solaro, il matrimonio è FESTA dall’entrata degli sposi fino alla fine; è per questo che, in linea con le ultime tendenze del momento, proponiamo vari pacchetti per intrattenere i vostri ospiti fino alla conclusione!

E’ STATA UNA BELLISSIMA FESTA!” … questo dev'essere il commento degli ospiti dopo il vostro matrimonio… un sogno per voi e un divertimento per tutti!

Al Castello dei Solaro , oltre al buon intrattenimento musicale, proponiamo: OPEN BAR, AFTER DINNER e BOUL PARTY, per andare incontro alle esigenze di tutti i vostri ospiti… amici… e zii compresi!!!!

… E allora sbizzarriamoci tra le proposte…

L’idea dell’ “AFTER DINNER” nasce per soddisfare le esigenze di amici, ma anche di parenti che non amano i cocktail e prediligono un classico digestivo! E allora gustate con noi un vasto assortimento di Limoncello, Mirto, Grappe, Whisky e il nostro amaro alle erbe delle Alpi Cuneesi.
Un amaro alle erbe, preparato appositamente per noi dalla famosa distilleria “Bordiga”,  amato anche da chi non predilige gli amari!



Con l’OPEN BAR, avrete a Vostra disposizione una vasta scelta di super alcolici e cocktail (long drink) nonché le birre artigianali … ce n’è per tutti i gusti!

Curiosità … 
La parola Cocktail, di origine inglese, significa letteralmente “coda di gallo”, e probabilmente si riferisce ai vari colori che si mescolano in essa, così come appunto nella sua preparazione, si mescolano i colori dei diversi ingredienti. Nati negli Stati Uniti tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900, a seconda delle loro caratteristiche specifiche, si suddividono in due grandi categorie:
Short drinks – “Bevande Corte” che comprendono tutti quei cocktail aperitivi (pre dinners) o digestivi (after dinners), con una base alcolica, serviti in bicchieri piccoli.
Long drinks – Alcolici o analcolici composti da distillato e/o liquore, succhi di frutta e/o sciroppi, ma anche vini fermi o mossi. Vengono preparate sia direttamente nel bicchiere (più grande rispetto agli short) che con l’uso di shacker.

Vi è venuta voglia di un long drink…? Gin Tonic, Cuba Libre, Caipiroska…Ma partiamo dall’intramontabile Gin Lemon.:


Gin Lemon
6 parti di rum
4 parti di Lemonsoda
Mettere il ghiaccio in un bicchiere alto, versare il Gin e la Lemonsoda. Mescolate delicatamente e guarnire con fetta di lime e fogliolina di Menta.





Un’ulteriore proposta… è il BOUL PARTY…!
Bevande alcoliche e analcoliche, disponibili a volontà, per i vostri ospiti che potranno servirsi in piena autonomia e, sorseggiando, potranno stuzzicare ottima frutta fresca…
…Gli invitati potranno così bere quando vorranno, senza chiedere di volta in volta al personale… piena autonomia, massimo divertimento!


…Inoltre, come alternativa originale, proponiamo il “Tavolo Cubano”…
Lo sposo che desidera vivere la serata anche con i propri amici, ha la possibilità di scegliere il pacchetto cubano, con rum e sigari, per sorseggiare e magari ricordare attimi di divertimento trascorsi … da single!

Curiosità sul sigaro…
“ Il sigaro è come una bella donna, va preparato, riscaldato e curato con mille attenzioni, allora darà il meglio”.   Ernst Schneider.
Nel corso dei secoli grandi uomini della politica, del cinema e della storia sono stati appassionati del sigaro dal primo ministro inglese Winston Churchill, Fidel Castro, il padre della psicoanalisi Sigmund Freud o Ernest Emingway degustatore in particolare di rum, cognac e whisky, amava assaporare i tabacchi più aromatici e soprattutto i pregiati sigari cubani.
Il termine sigaro deriva dalla parola “sikar” successivamente nel Vecchio continente fu tradotta con “cigarro”, fu importato in Europa dagli spagnoli in seguito alla scoperta del Nuovo mondo da Cristoforo Colombo nel 1492. Fin dalla notte dei tempi, gli indios dell’America centrale avevano l’usanza di arrotolare cilindri di foglie secche che accendevano da una parte e ne aspiravano dall’altra. Ma il tabacco per queste popolazioni tribali rappresentava un elemento sociale d’impronta fortemente religiosa, infatti il fumo era centrale durante lo svolgimento dei riti e la sua foglia era utilizzata come foglia medicinale a fini terapeutici.
Fonte: http://www.cicciosultano.it/

E in tema di sigari non possiamo non citare la WikiCigar di Cigarsmaniac.com!

Castello dei Solaro
Il Blog
 
Copyright ©
CASTELLO DEI SOLARO SNC - Via Vitale, 4 - 12030 Villanova Solaro (CN)
P.IVA/CF 02490740046