giovedì 20 settembre 2018

I nostri floral designers e la nostra Location Consultant Loredana ti spiegano perché il centrotavola non è un dettaglio da trascurare all...

Il centrotavola perfetto per il tuo matrimonio e le regole per sceglierlo

 

I nostri floral designers e la nostra Location Consultant Loredana ti spiegano perché il centrotavola non è un dettaglio da trascurare alle tue nozze!


Centrotavola in struttura con fette di legno e fialette in vetro e tealight

Ci sono dei dettagli nell'organizzazione del matrimonio che spesso vengono trascurati oppure delegati senza cognizione, con un misto di sollievo e rassegnazione.

Il rischio però è quello di cadere nelle trappole di chi vuole proporti un “servizio singolo” che non tiene conto dell’interezza del progetto del tuo matrimonio e che ti illude di ‘personalizzare’ il tuo centrotavola, propinandoti due nastrini abbinati alle partecipazioni. Poco importa se il centrotavola realizzato a sé stante si perde nella tavolata, stona con la sala o al contrario risulta troppo ingombrante… D'altronde è un dettaglio. 

Oggi siamo qui per dirti che invece il centrotavola, nel corso dei secoli, è sempre stato un elemento fondamentale e proprio per questo può davvero caratterizzare l’atmosfera. A patto che tu ne riconosca l’importanza…Del resto non trascureresti mai la scelta delle scarpe da sposa, ma se ci pensi sbucano a malapena fuori dal tuo vestito. 

Ora visto che il centrotavola sarà invece in bella mostra per l’intera giornata su tutti i tavoli del ricevimento, compreso il tuo … Capirai che tenerne conto non è un’opzione, ma è la tua unica scelta.



Abbiamo chiesto qualche informazione in più a Nuccio e Cristiana, Floral designers, formatori e membri del laboratorio di ricerca Federfiori (Federazione Nazionale Fioristi), che da anni collaborano con la nostra Loredana e danno vita ad atmosfere da sogno per i nostri sposi. 

Nuccio e Cristiana: floral designers, formatori e membri del laboratorio di ricerca Federfiori
Antonino Bonsignore e Cristiana Fumero 
floral designers, formatori e membri del laboratorio di ricerca Federfiori


Un po’ di storia


Facciamo un passo indietro e vediamo come si è evoluto il centrotavola, passando da semplice accessorio a protagonista della mise en place.

È ormai risaputo da tutti che l’uomo usa decorare la tavola, nei momenti di condivisione sociale, con vari elementi e materiali.

Inizialmente il centrotavola veniva utilizzato come espressione di forza sociale, pertanto era composto da contenitori molto decorati, arricchiti da metalli e pietre preziose, tramandato di generazione in generazione, spesso contenente lo stemma del casato, poi si è passati all’uso di altri materiali quali ceramiche e maioliche. 

Centrotavola alto su coppa martini


Venuta meno l’esigenza di esprimere potere, si è passati ad una dimensione puramente estetica e sensoriale dove trova sempre più spazio l’elemento floreale perché il verde, il fiore, il richiamo alla natura rispondono a bisogni ed esigenze primordiali di cui l’uomo non può fare a meno.

Il centrotavola segue esigenze estetiche, ma devi sempre pensare alla location del tuo banchetto. 


Capita l’origine e l’importanza che da sempre ricopre il centrotavola nella convivialità, possiamo considerare gli aspetti che invece sono considerati d’ispirazione per disegnarlo e realizzarlo.

Possiamo infatti decidere di realizzarlo in funzione dell’ambiente in cui si tiene il banchetto nuziale, della stagione, del tema scelto dagli sposi o del menù.  Ma non bisogna dimenticare che la location è l’elemento dominante che fa da contorno all'intero allestimento floreale.

Centrotavola sposi su festone


La tavola è un’esperienza sensoriale dove il cibo viene apprezzato nella sua presentazione, nel suo profumo e infine nel suo sapore. Il centrotavola fa da cornice al tutto, attraverso la sua forma, i suoi colori, le sue essenze e i profumi della natura.  

Il centrotavola è un mix di condizioni oggettive che trasmettono più sensazioni ai commensali che, spesso inconsciamente, condividono.

Nell'arco degli anni, il centrotavola si è trasformato sia nella scelta dei fiori, dei colori che nella forma… Si è passati da un piccolo mazzolino raccolto nel giardino a composizioni ricche, piene, tondeggianti che giocano sulle simmetrie. Poi, lentamente, diminuiscono le quantità floreali, la decorazione si fa un po’ più sobria e si tende ad apprezzare il design del fiore.
Negli ultimi anni si rivisita il Barocco, ma in chiave moderna con colori più delicati e prende forza estetica il contenitore. Il vetro diventa importante in 
tutte le sue varianti e forme. Anche il barattolo della marmellata dà un tocco diverso alla nostra tavola. Lavori ricchi, ma leggeri sono dominanti.


Le asimmetrie creano movimenti più interessanti, dando spazio alla creatività.

Centrotavola classico su alzatina in legno bassa e tealight


Oggi si tende alla naturalezza del lavoro, alla spontaneità, ad intravedere uno spaccato di natura nel centrotavola organico botanico.


Due semplici regole per scegliere il centrotavola


Due cose non devi mai dimenticare, nella scelta del centrotavola:

1. Altezza. Non deve essere un ostacolo alla visuale tra i commensali. Quindi la composizione deve essere o piuttosto bassa o decisamente alta.

Centrotavola basso romantico su alzatina in vetro


2. Colore. Se il tema del matrimonio ha una particolare tonalità, questa non deve per forza essere banalmente inserita, ma si potranno utilizzare dei colori in armonia o in contrasto, che esaltino e vengano a loro volta esaltati, dal colore tema richiamato dal runner, dai segnaposto e dalle bomboniere. Il tema del matrimonio verrà percepito attraverso un sottile “Fil Rouge” che leghi insieme tutti gli elementi che compongono l’intero allestimento.

Centrotavola basso classico su alzatina in vetro


A quale professionista rivolgersi…Fiorista o Floral Designer? 


Hai letto quanto valore e quanta ricerca c’è dietro ad un centrotavola? Ma come fai ad assicurarti che la location che hai scelto lavori in modo professionale? Prima di tutto dovresti verificare che il professionista a cui ti rivolgi abbia l’esperienza giusta e scegliere fra un fiorista o un floral designer.

Ma che differenza c’è, dirai. Te la faccio breve: sostanzialmente il floral designer non è solo un fiorista capace di realizzare composizioni con i fiori, ma è un’artista che “crea,progetta e realizza”, un vero e proprio stilista che ha la capacità di personalizzare ed allestire un evento con l’arte floreale.

Ad esempio al Castello dei Solaro, da anni, lavoriamo con Antonino Bonsignore e Cristiana Fumero che hanno un’esperienza trentennale di Floral Design e che sono molto attenti al confronto con i migliori floral designer internazionali. Inoltre la loro esperienza come formatori e membri di ricerca della Federfiori , Federazione Nazionale Fioristi, consente loro di offrire un vasto panorama di allestimenti, dai più classici ai più originali in struttura, e di promuovere le nuove tendenze.


Antonino Bonsignore

Antonino Bonsignore

Antonino Bonsignore

Come funziona il rapporto fra Location e Floral Designer? 


Nel caso in cui si coinvolga un professionista, come un flower designer, per farlo collaborare con la location scelta… È importante tenere conto di alcuni accorgimenti. Abbiamo chiesto alla nostra Location Consultant Loredana perché il floral designer dovrebbe già conoscere la location. E ci ha risposto così:

“L’organizzazione di un matrimonio non è semplice e spesso anche i fornitori esterni, pur essendo professionisti del settore, non riescono a rendere al meglio non conoscendo a fondo gli ambienti, i ritmi, gli orari e gli spazi della nostra dimora storica. Ho visto fioriste alle prime armi, non riuscire ad allestire la sala perché non avevano calcolato bene gli ampi spazi e la luminosità del nostro Castello. Per questo è importante avvalersi di professionisti già collaudati che riescono davvero a dare il meglio, creando ogni volta importanti sinergie professionali e artistiche. “

Loredana Sandrone, Co-Titolare e Location Consultant del Castello dei Solaro
Loredana Sandrone, Co-Titolare e Location Consultant del Castello dei Solaro


Come funziona il rapporto fra gli Sposi, Location e Floral Designer


Ma come si arriva a coinvolgere un Floral designer? C’è una figura che coordina i rapporti con gli sposi, in modo da poter offrire ad ogni sposa il suo allestimento floreale personalizzato?  La risposta è si ed è sempre preferibile che questa figura esista. Se non riesci ad immaginarti come possa funzionare, ti spieghiamo come funziona al Castello dei Solaro e per farlo ti portiamo a curiosare dietro le quinte del lavoro di Loredana che, con dedizione e grande preparazione, segue gli sposi che hanno scelto il suo castello.



Di solito la nostra Loredana durante il primo incontro con gli sposi, cerca di capire la loro idea di matrimonio e come lo immaginano nei loro sogni. In base alle loro aspettative in un appuntamento dedicato, delinea con loro lo stile del matrimonio: shabby, moderno, country, barocco, fantasy. Questa è una scelta molto importante perché tutta la giornata avrà questo “stile” compresi i fiori che in qualche modo iniziamo ad immaginare. Si può dire che in questo modo il matrimonio inizia a passare da sogno a realtà.

A questo punto la nostra Loredana fa un breve briefing con Nuccio e Cristiana ed è qui che la sua grande esperienza si fonde con la loro creatività e preparazione. Da questo incontro fortunato alla ricerca della magia giusta e adatta agli sposi… Nasce il primo progetto embrionale che diventerà il progetto di allestimento per i nostri sposi.

A questo punto tocca di nuovo agli sposi che questa volta incontreranno il team al completo: Nuccio, Cristiana e Loredana insieme presentano le creazioni più belle ed originali che hanno pensato e studiato appositamente per gli sposi. 

Ma non aspettarti i cataloghi, si prende certo spunto dalle immagini e dai bozzetti per fare in modo di partire dalla stessa idea comune …Ma si personalizza in tutto e per tutto. 

Il fiore deve essere in totale armonia con la sala , va studiato con attenzione e l’esperienza e la professionalità dei nostri floral designer danno davvero carattere al matrimonio e serenità agli sposi.

Centrotavola alto su coppa martini


Castello dei Solaro

 
Copyright © - Privacy - Cookies
CASTELLO DEI SOLARO SNC
Via Vitale, 4 - 12030 Villanova Solaro (CN) P.IVA/CF 02490740046
Copywriter: AmicaWeb
Realizzato da: OneBit Soluzioni Informatiche