giovedì 24 maggio 2018

Scopriamo insieme come puoi prendere spunto dal Royal wedding, il matrimonio che ha messo d’accordo tutti…anche la Regina Elisabetta.  ...

Scopriamo insieme come puoi prendere spunto dal Royal wedding, il matrimonio che ha messo d’accordo tutti…anche la Regina Elisabetta. 


Il matrimonio di Harry e Meghan, nel Castello di Windsor, è riuscito a passare a pieni voti l’esame della famiglia reale. Non sei d’accordo?

Il matrimonio di Harry e Meghan, nel Castello di Windsor

Se ci pensi, all’inizio, aveva fatto tanto parlare, ma poi non ha sbagliato un colpo… In barba a quelli che non aspettavano altro che prendere in giro le scelte sbagliate degli sposi! 

Photographer Alexi Lubomirski at Windsor Castle - Fonte @KensingtonRoyal Twitter
Photographer Alexi Lubomirski at Windsor Castle - Fonte @KensingtonRoyal Twitter

Ma, come dice sempre il nostro boss, ogni sfida la puoi vincere solo se analizzi tutti i problemi che si possono presentare e ti prepari al meglio per prevenirli.


Per questo, abbiamo sottolineato 3 scelte vincenti del matrimonio di Harry e Meghan che puoi replicare anche al tuo Big day! 

1) Il Pranzo Nuziale al Castello 


Gli sposi hanno scelto la sala più grande del castello, la St George’s Hall, e si sono affidati all’ esperienza pluri-decennale dello chef ufficiale Mark Flanagan, chef personale della Regina Elisabetta dal 2002, e di tutto il suo staff.

Pranzo Nuziale al Castello

Prendi spunto e ricerca atmosfera, funzionalità e sicurezza degli spazi: Per il tuo matrimonio, anche se non sei una duchessa, scegli ampi spazi che prevedano soluzioni alternative per il tuo banchetto in una location che sappia affascinare e affidati all’ esperienza di chi ha già gestito migliaia e migliaia di volte eventi come il tuo. 

2) La stagionalità degli ingredienti del menù, i prodotti locali e italiani


Un’altra scelta vincente è stata la scelta, caldamente incoraggiata da Meghan, di un menù che prediligesse la stagionalità degli ingredienti decisamente primaverili, come i piselli e gli asparagi, e i prodotti locali anche delle tenute della famiglia reale con varie scelte di carne, pesce ma anche vegetariane e vegane. Non possono mancare le eccellenze italiane nel menù con il risotto, la mozzarella, la panna cotta, ma anche i confetti di Sulmona di Mario Pelino o i limoni di Amalfi che hanno trionfato sopra la torta. 

La stagionalità degli ingredienti del menù, i prodotti locali e italiani


Prendi spunto e scegli la logistica di una location con cucina interna: Preferisci location che abbiano la cucina interna, attrezzatissima e a due passi dalle sale dove si svolge il ricevimento. Controlla che in cucina si esaltino le eccellenze enogastronomiche e la stagionalità dei prodotti.

3) La personalizzazione continua del matrimonio


Harry e Meghan hanno saputo rendere omaggio alle loro passioni e al loro vissuto:

- le decorazioni includevano sia le peonie, i fiori preferiti di Meghan, che le rose bianche tanto amate dall'indimenticabile Lady Diana madre di Harry.

- Il bouquet conteneva un ramo ben augurante di mirto, proveniente dai giardini di Osborne House sull'Isola di Wight, una tradizione inaugurata dalla regina Vittoria e continuata da Grace Kelly sino a Kate Middleton.

- Pare che lo stesso Harry abbia aggiunto al bouquet dei “non ti scordar di me” in omaggio a Lady D, direttamente dal giardino di Kensington Palace

- Sul velo della sposa Meghan Markle  lungo 4,8 metri (quello di Diana era però di 7,3 metri), trionfava il ricamo di 55 fiori diversi rappresentanti  tutti i paesi del Commonwealth, da quelli provenienti dalla terra della sposa California Poppy (Eschscholzia californica) a quelli di Kensington come il Wintersweet (Chimonanthus praecox). 

- Meghan femminista convinta e fiera delle sue origini americane…È entrata in Chiesa da sola, ha voluto un coro gospel e un concelebrante di Chicago, vescovo Curry, che ha parlato di amore, schiavitù e ha persino citato Martin Luther King Jr.

- Harry non ha voluto cedere a tagliarsi la barba, anche se ha sfilato con l’alta uniforme militare britannica. Dato che non è più in servizio, (non c'è posto per le barbe nella cavalleria della Regina), ha ricevuto il permesso di non rasarsi dalla Regina Elisabetta in persona e così ha potuto essere Harry sino in fondo, come tutti dovrebbero esserlo il giorno del matrimonio. 

- La sposa non ha pronunciato la frase di rito ‘Obbey’ promettendo di obbedire al marito, rifiutando la formula canonica che era stata invece pronunciata da Kate e Diana.

- Gli sposi hanno voluto anche un “Royal party”con gli invitati, dopo il pranzo formale. Zucchero filato, dirty burger, alcol sul tema ‘tutte le bevande del mondo’ e gli indimenticabili fuochi d’artificio.

- Un cocktail rosso a base di zenzero e rum è stato creato da Harry per l'occasione ed è stato battezzato 'When Harry met Meghan', parafrasando il titolo del celebre film con Meg Ryan e Billy Crystal 'When Harry met Sally' (' Harry ti presento Sally').

Prendi spunto e scegli la personalizzazione del matrimonio: Ricerca quell'originalità sapientemente dosata che insieme alle tue passioni è in grado di regalarti un vero e proprio capolavoro.

Scopri nel nostro video, creato apposta per te, come puoi far vivere ai tuoi ospiti un’esperienza indimenticabile, senza correre il rischio di sbagliare. Clicca sul bottone blu qui sotto:


Castello dei Solaro



P.S. Speriamo che i nostri consigli ti siano stati utili e ti aspettiamo nel video dove scoprirai perché al Castello dei Solaro il tuo matrimonio è perfetto tanto quanto il Royal Wedding. 

mercoledì 2 maggio 2018

Castello dei Solaro riceve il Certificato di Qualità delle dimore storiche italiane di alto livello Ad Aprile 2018, il Castello dei Sol...

Castello dei Solaro riceve il Certificato di Qualità delle dimore storiche italiane di alto livello


Ad Aprile 2018, il Castello dei Solaro ha ricevuto il "Certificato di Qualità delle dimore storiche italiane", una vera e propria certificazione riservata alle residenze d'epoca di pregio. Per riceverla, non basta pagare, ma bisogna superare gli oltre 100 Controlli di Qualità previsti dal rigoroso “Protocollo di Valutazione Residenze d’Epoca”. 

I numerosi controlli, ben 109, che abbiamo superato ti danno la garanzia che al Castello dei Solaro troverai solo il meglio dell’ospitalità italiana di alto livello.

Castello dei Solaro fra le dimore storiche N°1 in Italia

Ogni anno infatti solo un numero limitato di dimore storiche, pari al 20%, viene ritenuta idonea e ottiene l’approvazione di Residenze d'Epoca. 

Infatti per un matrimonio di successo e che conquisti tutti, non bisogna accontentarsi di una struttura qualsiasi…Ma anzi devi essere in grado di scegliere una struttura che soddisfi degli standard che ti diano la garanzia matematica di vivere un’esperienza vincente

Anche tu devi fare un passo in più, rispetto agli altri, perché la tua festa sia davvero il più bel matrimonio a cui tu abbia partecipato.

Per questo siamo orgogliosi che la nostra vera residenza antica con 800 anni di storia, ma a misura di eventi del XXI secolo, sia stata confermata anche da questo circuito esclusivo per l’accoglienza, l’eleganza degli ambienti e il fascino che trapela dalla sua reputazione. Un servizio di eccellenza con un tasso di soddisfazione dei clienti superiore al 90%, dedicato agli ospiti più esigenti. 


 Leggi il benvenuto che abbiamo ricevuto da Residenze D'epoca

Clicca sulla foto e leggi il benvenuto che abbiamo ricevuto entrando a far parte delle dimore storiche N.1 in Italia, una lettera scritta dal fondatore Mauro Tonnini Cardinali di Residenze D’Epoca per il Castello dei Solaro.

Questo è possibile solo quando una dimora antica viene effettivamente plasmata e personalizzata per diventare a misura d’ospite. Prendiamo ad esempio la nostra cucina interna. È rarissimo trovare una dimora d’epoca con cucina interna

Le dimore antiche non erano effettivamente costruite per i banchetti e, a maggior ragione, secondo le necessità e le aspettative dei matrimoni del nuovo millennio. 

Tuttavia fatto di scegliere una location senza cucina interna…È un ostacolo che pochi riescono a percepire subito come tale.

Lo spiega bene il nostro titolare Danilo Ronco nel suo libro, già best-seller su Amazon: “Matrimonio in dimora d’epoca Flop o Favola?” mettendo in luce le problematiche che potrebbero capitarti in una struttura antica:

[….] la più grande differenza tra avere un catering esterno o una cucina stanziale dentro la location è che sicuramente in quest’ultimo caso la titolarità ed i suoi collaboratori hanno studiato a tavolino tutti i dettagli organizzativi per riuscire ad essere più funzionali possibile per quanto riguarda il
servizio e la logistica in generale, secondo le caratteristiche più consone al loro target. Se il catering arriva esternamente alla location, non sempre questa è attrezzata per quel servizio specifico, e le problematiche da risolvere e i contrattempi sono sempre dietro l’angolo. Nel mio caso specifico, i miglioramenti alla struttura d’epoca, alla logistica e alla sua organizzazione sono sempre in
continua evoluzione per migliorare sempre di più il servizio reso ai clienti. E questo per il fatto che gestisco tutti i giorni un maniero antico, un vero e proprio castello, e vedo personalmente le problematiche che scaturiscono durante un banchetto di nozze... e cerco sempre di metterne rimedio nel più breve tempo possibile e nel migliore dei modi. [….]




Tratto da Matrimonio in dimora d’epoca Flop o Favola? Di Danilo Ronco , pagina 57, La location antica con la cucina interna

Grazie alla nostra cucina interna, logisticamente a due passi dalle sale, saremo quindi davvero in grado di darti le Garanzie di cui hai bisogno per un matrimonio al TOP.


Castello dei Solaro

 
Copyright © - Privacy - Cookies
CASTELLO DEI SOLARO SNC
Via Vitale, 4 - 12030 Villanova Solaro (CN) P.IVA/CF 02490740046
Copywriter: AmicaWeb
Realizzato da: OneBit Soluzioni Informatiche